RUMOR: La vera ragione dietro il «distacco» di Zion Williamson dai Pelicans

I New Orleans Pelicans[canotte basket New Orleans Pelicans poco prezzo] stanno affrontando un po’ di disordine che circonda la loro pietra miliare del franchise, Zion Williamson. L’ex numero 1 infortunato non è apparso in una partita in questa stagione e recenti voci sono emerse che suggeriscono che c’è un livello significativo di distacco tra Williamson e i Pelicans. Dopo che JJ Redick ha fatto esplodere il 21enne per non aver contattato CJ McCollum dopo l’acquisizione dell’ex Blazer da parte dei Pelicans, Christian Clark di NOLA.com ha rivelato il vero motivo dietro la disconnessione di Zion con il franchise, tramite Bleacher Report.

Per Clark, Williamson ha una significativa mancanza di fiducia nell’organizzazione, in particolare, nel vicepresidente delle operazioni di basket David Griffin. Clark ha dichiarato nel suo articolo che «Williamson e il suo campo non si fidavano che Griffin fosse sincero».

La mancanza di fiducia risale all’anno da rookie di Williamson, durante il quale stava affrontando un infortunio al ginocchio. Nonostante si sentissero pronti per giocare, i Pelicans lo hanno riportato indietro lentamente per tutta la stagione e alla fine ha perso tre mesi. Quando finalmente è tornato, è riuscito a giocare in 24 partite ma stava giocando con una restrizione di minuti.

Sebbene la mancanza di fiducia da parte di Williamson sia fondata, il rapporto di Clark suggerisce anche che Zion si è presentato in sovrappeso al campo e non si stava impegnando nei suoi incarichi di riabilitazione, il che ha avuto un impatto negativo sulla sua posizione con il franchise.negozio canotte basket poco prezzo

Williamson non è ancora apparso in un gioco quest’anno e le ultime voci suggeriscono che il 21enne potrebbe non prendere affatto il legno duro nel 2021-22. Le due squadre hanno un disperato bisogno di appianare le loro divergenze e trovare un modo per rendere felice la superstar a New Orleans, per timore che la squadra rischi la possibilità di perderlo alla fine del suo contratto da rookie.

Sixers ‘Andre Drummond si incende dopo il poster di Ayo Dosunmu

La Philadelphia 76ers ha sconfitto le Chicago Bulls 119-108 la domenica sera. La battaglia di due dei migliori giochi di mostri in primo piano della Conferenza orientale dell’Embiide di Joel di Sixers e del Demar Derozan del Torers, anche se c’era anche un momento dal concorso che è andato virale. Sixers Big Man Andre Drummond è stata vittima di un poster Dunk, che è stato creato da Bulls Rookie Ayo Dosunmu. NBC Sports Chicago Trolled Drummond sul poster Dosunmu dal vivo come è successo. Il grande uomo di Sixers è tornato il lunedì.

Il gioco in questione si è verificato durante il secondo trimestre del gioco di Sixers-Bulls. Ayo Dosunmu è decollato su una breve pausa con Andre Drummond in Hot Pursuit. Entrambi i giocatori si alzano sopra il bordo, ma era Dosunmu che è emerso con il poster schiacciato, e Drummond, che è emerso messo su detto poster.

L’account Twitter di NBC Sports Chicago ha twittato che Drummond aveva annunciato un pensionamento anticipato seguendo il poster Dosunmu, un solido pezzo di trolling da parte della rete di trasmissione del Bulls ‘. Il grande uomo del grafico ha visto il tweet il giorno dopo e ha sparato indietro, notando il tabellone del gioco, che è stata una vittoria per Philadelphia.

Drummond quindi ha preso un ulteriore passo avanti, facendolo sapere che i serate portano la serie di stagione contro i tori tre giochi a zero. Chiamò il suo tentativo di blocco sul poster dosunmu un «hustle play», notando che a volte non vanno come previsto.

I tori sono scesi da una bella barzelletta a Andre Drummond, le spese di Andre Drummond, anche se il personaggio del grande grande uomo chiaramente non ha trovato nulla di divertente.

La guardia dei tori L’agente di Alex Caruso fa a pezzi Grayson Allen per «colpo economico»

Grayson Allen si è trasformato nel nemico pubblico numero uno per i fan dei Chicago Bulls (e anche per i fan dei Los Angeles Lakers) dopo il suo violento colpo contro il favorito dei fan Alex Caruso.

Lo stesso Caruso non era contento durante la conferenza stampa dei Bulls subito dopo la partita. Questo prima che fosse determinato a rimanere fuori per 6-8 settimane dopo aver subito una frattura al polso a causa del gioco.

L’agente della guardia dei Bulls, Greg Lawrence, ha rilasciato una dichiarazione a nome di Alex Caruso, definendo il «colpo economico» di Allen sul controverso gioco.

Tramite Adrian Wojnarowski di ESPN:

«Mi aspetto che il campionato prenderà in considerazione non solo quello che è stato un gioco pericoloso, non necessario e sporco su Alex Caruso che ha causato questo infortunio significativo, ma anche la storia dei giocatori incriminati», ha detto Lawrence. «Questo è stato un colpo economico su un giocatore indifeso in volo che ha provocato un osso rotto che dovrà essere riparato chirurgicamente e farà perdere ad Alex almeno due mesi della stagione».

«Spero che la lega livelli una punizione che invii un chiaro messaggio che non c’è posto nella NBA per quello che è successo ad Alex and the Bulls».

Secondo il rapporto, la NBA sta ancora rimuginando sulla punizione da infliggere a Grayson Allen. Ma qualunque cosa finirà per essere, i fan dei Bulls penseranno sicuramente che non sarà abbastanza dopo il gioco sporco a uno dei loro giocatori più vitali.

La star dei Lakers Russell Westbrook si scalda con Aaron Gordon mentre le frustrazioni ribollono

È stata una stagione incredibilmente frustrante per Russell Westbrook e i Los Angeles Lakers. Una squadra annunciata per essere una contendente al campionato è stata turbata da infortuni e mancanza di coesione. Di conseguenza, i Lakers siedono a un record pari a .500 invece di dominare la NBA come avrebbero sperato.

Le frustrazioni dei Lakers hanno raggiunto un punto di ebollizione contro i Denver Nuggets. Su un possesso, Russell Westbrook è stato fermato dall’attaccante Aaron Gordon in più occasioni. Quando Westbrook è caduto, ha immediatamente affrontato Gordon, provocando un diverbio tra i due giocatori. (tramite rapporto Bleacher)

https://twitter.com/BleacherReport/status/1482557177235591169

Non è chiaro cosa abbia causato l’esplosione della guardia dei Lakers sul giocatore di Nuggets. Guardando la commedia, non sembra esserci nulla di spiacevole tra Russell Westbrook e Aaron Gordon. Forse questo è stato solo il risultato delle frustrazioni che ha Westbrook.

Westbrook è stato acquisito dai Lakers in un enorme commercio dai Washington Wizards, in cambio di Kyle Kuzma, Kentavious Caldwell-Pope e Montrezl Harrell. La speranza per Los Angeles era che l’arrivo di Westbrook avrebbe segnato una nuova era per la squadra, con i loro Big 3 di LeBron James e Anthony Davis. Invece, è stata una stagione tumultuosa piena di infortuni per giocatori chiave.

Tuttavia, c’è un sacco di tempo per questa squadra per ribaltare la situazione. Per quanto odiati possano essere i Lakers, hanno il talento per tornare nella stagione. Se Westbrook e AD (una volta tornato) trovano un senso di coerenza con il loro gioco, potrebbero semplicemente essere all’altezza delle aspettative riposte loro in bassa stagione.

LeBron James parla della «semplice» ragione per cui i Lakers stanno vincendo

Che differenza fa una settimana. I Los Angeles Lakers sembravano essere in gravi difficoltà non molto tempo fa quando sono incappati in una serie di cinque sconfitte consecutive da quando Anthony Davis si è infortunato.

Ma avanza velocemente poco più di una settimana dopo e i Lakers stanno trovando il loro ritmo. Hanno vinto quattro partite consecutive e cinque delle ultime sei. Un motivo molto tangibile è stato il passaggio a LeBron James al centro.

Ma se chiedi a LeBron stesso, la sua spiegazione è molto più semplice.

LeBron sul motivo principale per cui i Lakers stanno iniziando a vincere: «Stiamo solo riprendendo i nostri ragazzi».

«È letteralmente così semplice», ha continuato la star dei Lakers. «Presto avremo anche K Nunn, e non troppo lontano, AD ritorna.»

Molto prima che i protocolli di salute e sicurezza devastassero i roster NBA, i Lakers erano già gravemente esauriti anche quando sono entrati nella stagione. La loro rotazione sembrava una porta girevole che accoglieva i nuovi arrivati ​​mentre altri abbandonavano a causa di infortuni o protocolli Covid-19.

Mentre Anthony Davis e Kendrick Nunn sono ancora fuori, un certo numero di Lakers infortunati sono ora abbastanza sani da poter scendere in campo.

In una stagione caratterizzata dall’instabilità, i Lakers stanno finalmente prendendo qualche pausa e sta pagando i dividendi per LeBron James and Co.

Bucks ottiene un aggiornamento preoccupante su Donte DiVincenzo

È stata una stagione difficile per la guardia dei Milwaukee Bucks[canotte basket Milwaukee Bucks poco prezzo] Donte DiVincenzo. L’ex guardia del Villanova ha subito un infortunio alla caviglia durante i playoff lo scorso anno, che ha richiesto una lunga riabilitazione che si è protratta fino alla campagna di quest’anno. DiVincenzo ha recentemente rotolato la caviglia prima del riscaldamento prima della partita più recente dei Bucks di sabato. Milwaukee ha poi ricevuto un aggiornamento preoccupante su DiVincenzo lunedì.

Secondo Jim Owczarski del Milwaukee Journal Sentinel, la guardia tiratrice dei Milwaukee Bucks Donte DiVincenzo dovrebbe saltare diverse settimane dopo essersi rotolato la caviglia sinistra durante il riscaldamento prima della partita del 1° gennaio della sua squadra.

Jim Owczarski, giornalista del Milwaukee Journal Sentinel Bucks, riferisce che la guardia Donte DiVincenzo dovrebbe saltare diverse settimane. È un duro colpo per una squadra dei Bucks che ha appena fatto tornare in azione la giovane ala il giorno di Natale.

DiVincenzo era apparso in appena tre partite per i Bucks quest’anno. Il professionista del quarto anno sembrava fare un passo avanti la scorsa stagione, con una media di 10,4 punti e più di un recuperato a partita, mentre scaricava 2.0 da tre punti a gara.

Milwaukee avrà bisogno di ala come Pat Connaughton e Grayson Allen, che hanno entrambi goduto di stagioni solide, per continuare a fare il passo con DiVincenzo sullo scaffale.negozio canotte basket poco prezzo

I Bucks dovranno continuare la loro ascesa nella classifica della Eastern Conference senza un contributore chiave in Donte DiVincenzo.

Il piano di ritorno previsto di Jordan Poole, secondo Steve Kerr

Martedì, i Golden State Warriors hanno subito una sconfitta per mano dei Denver Nuggets. Nel primo tempo tutto ciò che poteva andare storto è andato storto. In una partita in cui Stephen Curry aveva bisogno di uno tre per raggiungere 3000, gli ci sono voluti tre quarti per farlo. La partita è arrivata fino al limite e si è conclusa con un airball di Andre Iguodala.

Dopo tutte le cose brutte accadute in questo gioco, i Dubs sono stati in grado di guardare il lato positivo. Uno degli aspetti positivi è stata la notizia del rientro di Jordan Poole nel team dopo aver approvato i protocolli di salute e sicurezza. Steve Kerr ne ha parlato nella sua intervista post-partita.

“Era di buon umore oggi, come ci si potrebbe aspettare. Finalmente uscire da Boston e tornare a casa. Ha fatto un buon allenamento mentre stavamo giocando, e valuteremo tutto giovedì», ha detto Kerr a ClutchPoints.

Poole ha saltato le ultime sei partite. L’ultima volta che è sceso in campo è stato al Madison Square Garden, quando Curry ha stabilito un nuovo record di tutti i tempi da tre punti. Quindi è stato un tempo estremamente lungo lontano dalla squadra. Poole non ha ancora parlato con i media, ma potresti guardarlo e vedere quanto è contento di essere a casa.

Moses Moody è nel podcast di Warriors Multiverse di ClutchPoints

Giovedì i Warriors giocheranno contro i Nuggets per la seconda partita consecutiva. La possibilità che Poole sia nella formazione è probabile, ma in entrambi i casi, i Warriors cercheranno di vendicare la perdita che hanno subito in casa. L’energia che Poole porterà alla squadra al suo ritorno potrebbe essere quella di cui hanno bisogno per vincere la partita.

La mossa «disinteressata» di DeMar DeRozan per Zach LaVine dimostra come i Bulls abbiano messo a tacere i dubbiosi

Con DeMar DeRozan e Zach LaVine in testa, i Chicago Bulls sembrano pronti per una stagione spettacolare.

Quando DeMar DeRozan si è unito ai Bulls in questa offseason, molti non erano convinti che potesse avere un enorme impatto nel famoso franchise. Inoltre, alcuni hanno anche dubitato che lui e Zach LaVine avranno una buona chimica come co-protagonisti. Tuttavia, la coppia ha dimostrato che nulla di tutto ciò è vero.

In effetti, durante «un breve incontro» nella vittoria per 113-105 dei Bulls sugli Indiana Pacers, l’assistente allenatore Chris Fleming ha rivelato che DeRozan gli ha detto in modo scioccante di lasciare che LaVine facesse le sue cose e lui «giocherà contro di lui».

«Abbiamo avuto un breve incontro con DeMar e Zach (nel quarto) mentre uscivamo e DeMar ha detto ‘ascolta, resta con Zach. Giocherò contro di lui.’ Quei ragazzi sono piuttosto altruisti – entrambi sono disposti a sacrificarsi per l’altro», tramite l’account Twitter di Bulls.

I Bulls sono ora la seconda migliore squadra dell’Est. Mentre molti sono ancora sorpresi da come il duo DeRozan-LaVine opera la sua magia, DeRozan insiste sul fatto che era qualcosa che è già stato affrontato quando si è unito a Chicago.

“Un impegno di cui abbiamo parlato molto prima ancora di giocare su un campo era semplicemente sostenerci l’un l’altro ed essere lì l’uno per l’altro. Questo è tutto ciò che avevo bisogno di sentire. Questo è tutto ciò che aveva bisogno di sentire da me «, ha detto DeRozan delle sue considerazioni fuori stagione per unirsi ai Bulls all’inizio di questo mese tramite NBC Sports. “Finché potremo camminare, saremo là fuori e cercheremo di portare questa squadra ad avere il maggior successo possibile.

“Quando lo vedo fare quelle cose, non mi sorprende. È qualcosa che ho visto nei suoi occhi quando abbiamo parlato per la prima volta di come avrei potuto aiutare questa squadra».

La notte mostruosa di Kemba Walker per i Knicks attira l’attenzione di CJ McCollum

È difficile non ammirare Kemba Walker per come ha gestito la sua difficile situazione con i New York Knicks. Durante la sua serie di DNP, è stato ancora uno dei primi ragazzi dalla panchina a dare il cinque ai suoi compagni di squadra durante i timeout. Ha festeggiato quando hanno fatto grandi giocate. Non ha scattato foto velate attraverso i media.

Ebbene, da quando è tornato nella rotazione, anche se per la mancanza di scelta per l’allenatore dei Knicks Tom Thibodeau a causa del loro elenco esaurito, Walker ha dimostrato di non appartenere alla panchina.

Giovedì sera contro i Washington Wizards, Walker ha realizzato un Eff You Game con 44 punti, nove rimbalzi e otto assist. Anche se i Knicks non sono stati all’altezza, la sua prestazione deve essere abbastanza soddisfacente per la guardia All-Star.

In effetti, la star dei Portland Trail Blazers CJ McCollum ha utilizzato Twitter per sottolineare l’ovvio dopo l’uscita esplosiva di Walker.

https://twitter.com/CJMcCollum/status/1474207223932862464

Non è mai facile guidare in panchina, soprattutto per il calibro di Walker. Per non parlare, la decisione è avvenuta apparentemente in un batter d’occhio. È arrivato un giorno e poi all’improvviso non è più necessario.

Ma con il modo in cui ha giocato di recente, forse è ora che Thibodeau mangi un po’ di umile torta e riconosca che la sua decisione di seppellire Walker non è stata ottimale. I Knicks stanno cercando qualsiasi forma di scintilla in quella che è stata una campagna deludente. Walker, che non è stato altro che un professionista consumato, può essere quel ragazzo.

GUARDA: Stephen Curry riceve il benvenuto da eroe dai fan dei Warriors dopo l’incredibile record di 3 punti

I Golden State Warriors sono tornati a casa per la prima volta lunedì dopo la storica serata di Stephen Curry al Madison Square Garden la settimana precedente. È stata la prima volta che il pubblico di casa ha visto Curry prendere la parola nel proprio campo dopo aver battuto il record di tutti i tempi da tre punti e, senza sorprese, Dub Nation lo ha accolto di nuovo in modo straordinario.

Curry ha ricevuto una standing ovation dal pubblico durante la partita di lunedì contro i Sacramento Kings. I fan dei Warriors hanno mostrato il loro amore a Curry dopo che si è ufficialmente affermato come il tiratore GOAT (h/t NBA TV su Twitter):

https://twitter.com/NBATV/status/1473133034006220801

È stato un benvenuto da eroe per Curry, dato che i sostenitori dei Warriors lo hanno inondato di applausi. Non ci aspettavamo niente di meno da Dub Nation.

Curry ha infranto il record di tutti i tempi da tre punti la scorsa settimana dopo aver segnato la sua 2.974a tripla. L’ex MVP back-to-back ha superato l’Hall of Famer Ray Allen per prendere il primo posto in questa lista storica. Curry ha ancora molta benzina nel serbatoio ed è ampiamente previsto che sarà in grado di prendere le distanze da Allen con un bel margine una volta che la chiamerà una carriera. In questo momento, non ci sono più dubbi su chi sia veramente il più grande tiratore di tutti i tempi.