Anthony Edwards di Timberwolves ammette di aver commesso un «errore stupido» contro Ja Morant durante il gioco vincente

Ja Morant ha scioccato l’intera base di fan dei Minnesota Timberwolves martedì sera dopo aver segnato il lay-up vincente in Gara 5 di questa serie del primo round. La superstar dei Memphis Grizzlies ha avuto un percorso chiaro verso il canestro dopo che Anthony Edwards non è riuscito a eseguire il suo tentativo di rubare sul gioco cruciale.

Dopo la partita, la giovane stella dei Timberwolves si è affrettata ad accettare la colpa del suo errore. Edwards ha ammesso che questa non è stata la sua decisione più intelligente.

“Avevo già deciso che avrei provato a rubarlo. Errore stupido», ha detto Edwards, tramite Jon Krawczynski di The Athletic. “È finita però. Non posso farci niente».

Ecco uno sguardo al gioco in questione mentre i Timberwolves hanno visto Morant segnare da solo la vittoria per i Grizzlies:

https://twitter.com/overtime/status/1519139723951837184

Edwards era già dietro Morant durante il gioco in entrata. Lo stallone di Timberwolves ha quindi tentato di respingere la palla, il che ha dato a Morant il tempo sufficiente per girare e dirigersi verso il canestro. Sarebbe stato un gioco difensivo epico da parte di Edwards, ma questa volta gli si è chiaramente ritorto contro. Comunque sia, il fatto che Edwards sia stato assegnato a difendere Morant in questa commedia la dice lunga su quanta fiducia i Timberwolves hanno in lui sulla parte difensiva.

Ja Morant reagisce al suo pessimo gioco nella sorprendente vittoria in rimonta dei Grizzlies contro i Timberwolves

Ja Morant ha avuto una serata off in Gara 3 quando i Memphis Grizzlies hanno organizzato una sensazionale rimonta contro i Minnesota Timberwolves. Dopo la partita, la superstar dei Grizzlies si è affrettata ad ammettere i suoi difetti e ha anche elogiato i suoi compagni di squadra per essersi fatti avanti.

Morant ha risposto a un tweet sulla sua performance in Game 3 ed è stato il primo ad ammettere di non essere al meglio in questo. Ja ha dovuto ringraziare i suoi compagni di squadra per avergli dato le spalle:

“Non ho fatto niente, ma ho dato per cosa ho avuto i compagni di squadra. la squadra più profonda della lega», ha scritto Morant nel suo tweet.

https://twitter.com/JaMorant/status/1517335445759221760

Desmond Bane è stato il protagonista dello spettacolo in questo con un record di 26 punti. Brandon Clarke è stato anche parte integrante della rimonta da 26 punti dei Grizzlies, registrando 20 punti e otto rimbalzi dalla panchina.

Morant and Co. torneranno in azione sabato in Game 4 e puoi star certo che i Timberwolves saranno in cerca di vendetta in quello che dovrebbe essere un emozionante incontro di Game 4. Al momento, è Memphis che ora è in vantaggio nella serie 2-1 dopo aver registrato vittorie consecutive contro una travagliata squadra del Minnesota.

La reazione perfetta di Zion Williamson allo sbalorditivo blocco di Ja Morant durante Grizzlies vs. Pelicans

Ja Morant e i Memphis Grizzlies sono una bobina di highlight ambulanti. La giovane squadra è stata elettrizzante per tutta la stagione, evocando le sfumature della vecchia scuola Showtime Lakers con il loro stile di gioco. A capo delle operazioni c’è Morant, che ha avuto la sua giusta quota di momenti salienti folli e apparentemente impossibili per tutto l’anno.

Durante il suo ritorno dall’infortunio contro i New Orleans Pelicans, la star dei Grizzlies ha regalato a un collega del 2019 uno spettacolo infernale dalla panchina. Mentre Larry Nance Jr. stava cercando un tiro con il gancio, Ja Morant ha sciato per un blocco folle che ha fatto tremare Zion Williamson dalla panchina. (tramite ClutchPoints, Ballislife.com)

La cosa pazzesca del blocco di Morant è che probabilmente non è la sua smentita più impressionante della stagione. All’inizio dell’anno, la star dei Grizzlies ha mostrato i suoi salti pazzi cancellando assolutamente questo tiro contro i Lakers con due mani. La mancanza di rispetto!

Certo, Morant brilla di più non in attacco, ma in difesa. L’ascesa alla grandezza della star dei Grizzlies è stata esaltante da guardare in questa stagione. La regia e le riprese esterne di Morant sono notevolmente migliorate quest’anno. Insieme alle sue maniglie setose e al suo atletismo, ti sarà difficile trovare un giocatore più divertente da guardare nella NBA di Ja.

I Grizzlies non sono solo «la squadra che ha Ja Morant», però. Con la loro star che ha perso una parte significativa dei giochi, il loro cast di supporto si è fatto avanti. È uno dei motivi principali per cui hanno mantenuto il seme numero due in Occidente senza avere Ja. Questo eccellente cast di supporto sarà il fattore chiave in una potenziale corsa al titolo per Memphis.

Anthony Davis raddoppia il potenziale del campionato dei Lakers se in salute

È stata una stagione imbarazzante per i Los Angeles Lakers poiché quest’anno stanno iniziando a perdere la possibilità di giocare nei playoff. Sono stati colpiti dal bug di infortunio e anche le superstar non hanno soddisfatto le aspettative. Anthony Davis valuta cosa avrebbe potuto essere per questa organizzazione.

Secondo Melissa Rohlin, Anthony Davis crede che i Lakers siano un contendente al campionato se la squadra evita gli infortuni. Forse è vero, ma Los Angeles non ha avuto un bell’aspetto per tutto l’anno. Sembra che non fosse nelle carte quest’anno per questa squadra, poiché infortuni e altri problemi hanno tenuto a bada Los Angeles.

Los Angeles è attualmente nell’undicesima testa di serie della Western Conference, il che significa che potrebbero partecipare al gioco del play-in. Tuttavia, le loro possibilità sembrano scarse con partite limitate in programma. I Lakers potrebbero perdere completamente la postseason, il che è imbarazzante per quanto sia carico il roster in questo momento.

Anche così, Anthony Davis potrebbe avere ragione. Lui, LeBron James e Russell Westbrook hanno giocato insieme solo per 21 partite in questa stagione. Questo non è abbastanza per i Lakers per ottenere il meglio dal loro roster, il che potrebbe essere un motivo per cui questa franchigia ha lottato in questa stagione.

I Lakers hanno solo quattro partite rimaste in programma. È tempo di morire o morire perché Los Angeles spera di rimanere alla portata della post-stagione. Se riescono a trovare un modo per interrompere la loro attuale scivolata perdente di sei partite, Los Angeles potrebbe darsi una possibilità di combattere nel gioco del play-in. In caso contrario, la stagione finirà, lasciando l’organizzazione con molte domande a cui rispondere.