La guardia dei tori L’agente di Alex Caruso fa a pezzi Grayson Allen per «colpo economico»

Grayson Allen si è trasformato nel nemico pubblico numero uno per i fan dei Chicago Bulls (e anche per i fan dei Los Angeles Lakers) dopo il suo violento colpo contro il favorito dei fan Alex Caruso.

Lo stesso Caruso non era contento durante la conferenza stampa dei Bulls subito dopo la partita. Questo prima che fosse determinato a rimanere fuori per 6-8 settimane dopo aver subito una frattura al polso a causa del gioco.

L’agente della guardia dei Bulls, Greg Lawrence, ha rilasciato una dichiarazione a nome di Alex Caruso, definendo il «colpo economico» di Allen sul controverso gioco.

Tramite Adrian Wojnarowski di ESPN:

«Mi aspetto che il campionato prenderà in considerazione non solo quello che è stato un gioco pericoloso, non necessario e sporco su Alex Caruso che ha causato questo infortunio significativo, ma anche la storia dei giocatori incriminati», ha detto Lawrence. «Questo è stato un colpo economico su un giocatore indifeso in volo che ha provocato un osso rotto che dovrà essere riparato chirurgicamente e farà perdere ad Alex almeno due mesi della stagione».

«Spero che la lega livelli una punizione che invii un chiaro messaggio che non c’è posto nella NBA per quello che è successo ad Alex and the Bulls».

Secondo il rapporto, la NBA sta ancora rimuginando sulla punizione da infliggere a Grayson Allen. Ma qualunque cosa finirà per essere, i fan dei Bulls penseranno sicuramente che non sarà abbastanza dopo il gioco sporco a uno dei loro giocatori più vitali.

La mossa «disinteressata» di DeMar DeRozan per Zach LaVine dimostra come i Bulls abbiano messo a tacere i dubbiosi

Con DeMar DeRozan e Zach LaVine in testa, i Chicago Bulls sembrano pronti per una stagione spettacolare.

Quando DeMar DeRozan si è unito ai Bulls in questa offseason, molti non erano convinti che potesse avere un enorme impatto nel famoso franchise. Inoltre, alcuni hanno anche dubitato che lui e Zach LaVine avranno una buona chimica come co-protagonisti. Tuttavia, la coppia ha dimostrato che nulla di tutto ciò è vero.

In effetti, durante «un breve incontro» nella vittoria per 113-105 dei Bulls sugli Indiana Pacers, l’assistente allenatore Chris Fleming ha rivelato che DeRozan gli ha detto in modo scioccante di lasciare che LaVine facesse le sue cose e lui «giocherà contro di lui».

«Abbiamo avuto un breve incontro con DeMar e Zach (nel quarto) mentre uscivamo e DeMar ha detto ‘ascolta, resta con Zach. Giocherò contro di lui.’ Quei ragazzi sono piuttosto altruisti – entrambi sono disposti a sacrificarsi per l’altro», tramite l’account Twitter di Bulls.

I Bulls sono ora la seconda migliore squadra dell’Est. Mentre molti sono ancora sorpresi da come il duo DeRozan-LaVine opera la sua magia, DeRozan insiste sul fatto che era qualcosa che è già stato affrontato quando si è unito a Chicago.

“Un impegno di cui abbiamo parlato molto prima ancora di giocare su un campo era semplicemente sostenerci l’un l’altro ed essere lì l’uno per l’altro. Questo è tutto ciò che avevo bisogno di sentire. Questo è tutto ciò che aveva bisogno di sentire da me «, ha detto DeRozan delle sue considerazioni fuori stagione per unirsi ai Bulls all’inizio di questo mese tramite NBC Sports. “Finché potremo camminare, saremo là fuori e cercheremo di portare questa squadra ad avere il maggior successo possibile.

“Quando lo vedo fare quelle cose, non mi sorprende. È qualcosa che ho visto nei suoi occhi quando abbiamo parlato per la prima volta di come avrei potuto aiutare questa squadra».