La star dei Celtics Jaylen Brown parla dopo l’epica prestazione di rimbalzo nella vittoria di Gara 2 contro Bucks

Dopo una prestazione pedonale nella sconfitta in Gara 1 dei Boston Celtics[canotte basket Boston Celtics poco prezzo] contro i Milwaukee Bucks, Jaylen Brown si è ripreso in modo importante martedì sera. Brown è stato probabilmente il miglior giocatore di Boston in campo in Gara 2 quando i Celtics hanno eliminato Giannis Antetokounmpo and Co., 109-86.

Brown ha iniziato a caldo perdendo 17 punti nel periodo di apertura. La stella dei Celtics ha concluso con un record di 30 punti su un efficiente 11 su 18 dal pavimento, per andare avanti con sei trey, cinque rimbalzi e sei assist in 38 minuti di azione.

Dopo la sua grande prestazione, Brown ha spiegato perché ha dovuto entrare in Gara 2 con una mentalità vincente:

«Proprio come rispondi significa tutto in questo campionato», ha detto Brown, tramite Souichi Terada di Mass Live. “Non abbiamo giocato come volevamo nella prima partita e non potevamo tornare indietro e abbandonare un’altra partita in casa. Sapevamo che dovevamo uscire e giocare come se la nostra stagione fosse in gioco, e lo abbiamo fatto. Siamo usciti e abbiamo combattuto dal salto».

Brown ha poi continuato dicendo che a questo punto della stagione ha gli occhi fissi sul premio. Lo stallone dei Celtics sa cosa c’è in gioco qui e intende fare tutto ciò che è in suo potere per aiutare la sua squadra:

«Tutta la mia vita è in pausa», ha detto Brown. «L’unica cosa che conta sono i playoff. Giorno dopo giorno. Dobbiamo solo fare quello che dobbiamo fare per assicurarci di essere pronti per esibirci. In questo periodo dell’anno, tutti hanno ferite fastidiose o cose con cui hanno a che fare, quindi non possiamo lasciare che questa sia una scusa. Dobbiamo trovare un modo mentalmente e fisicamente per superare qualunque cosa sia e portarla a termine”.negozio canotte basket poco prezzo

Anthony Edwards di Timberwolves ammette di aver commesso un «errore stupido» contro Ja Morant durante il gioco vincente

Ja Morant ha scioccato l’intera base di fan dei Minnesota Timberwolves martedì sera dopo aver segnato il lay-up vincente in Gara 5 di questa serie del primo round. La superstar dei Memphis Grizzlies ha avuto un percorso chiaro verso il canestro dopo che Anthony Edwards non è riuscito a eseguire il suo tentativo di rubare sul gioco cruciale.

Dopo la partita, la giovane stella dei Timberwolves si è affrettata ad accettare la colpa del suo errore. Edwards ha ammesso che questa non è stata la sua decisione più intelligente.

“Avevo già deciso che avrei provato a rubarlo. Errore stupido», ha detto Edwards, tramite Jon Krawczynski di The Athletic. “È finita però. Non posso farci niente».

Ecco uno sguardo al gioco in questione mentre i Timberwolves hanno visto Morant segnare da solo la vittoria per i Grizzlies:

https://twitter.com/overtime/status/1519139723951837184

Edwards era già dietro Morant durante il gioco in entrata. Lo stallone di Timberwolves ha quindi tentato di respingere la palla, il che ha dato a Morant il tempo sufficiente per girare e dirigersi verso il canestro. Sarebbe stato un gioco difensivo epico da parte di Edwards, ma questa volta gli si è chiaramente ritorto contro. Comunque sia, il fatto che Edwards sia stato assegnato a difendere Morant in questa commedia la dice lunga su quanta fiducia i Timberwolves hanno in lui sulla parte difensiva.

Ja Morant reagisce al suo pessimo gioco nella sorprendente vittoria in rimonta dei Grizzlies contro i Timberwolves

Ja Morant ha avuto una serata off in Gara 3 quando i Memphis Grizzlies hanno organizzato una sensazionale rimonta contro i Minnesota Timberwolves. Dopo la partita, la superstar dei Grizzlies si è affrettata ad ammettere i suoi difetti e ha anche elogiato i suoi compagni di squadra per essersi fatti avanti.

Morant ha risposto a un tweet sulla sua performance in Game 3 ed è stato il primo ad ammettere di non essere al meglio in questo. Ja ha dovuto ringraziare i suoi compagni di squadra per avergli dato le spalle:

“Non ho fatto niente, ma ho dato per cosa ho avuto i compagni di squadra. la squadra più profonda della lega», ha scritto Morant nel suo tweet.

https://twitter.com/JaMorant/status/1517335445759221760

Desmond Bane è stato il protagonista dello spettacolo in questo con un record di 26 punti. Brandon Clarke è stato anche parte integrante della rimonta da 26 punti dei Grizzlies, registrando 20 punti e otto rimbalzi dalla panchina.

Morant and Co. torneranno in azione sabato in Game 4 e puoi star certo che i Timberwolves saranno in cerca di vendetta in quello che dovrebbe essere un emozionante incontro di Game 4. Al momento, è Memphis che ora è in vantaggio nella serie 2-1 dopo aver registrato vittorie consecutive contro una travagliata squadra del Minnesota.

La reazione perfetta di Zion Williamson allo sbalorditivo blocco di Ja Morant durante Grizzlies vs. Pelicans

Ja Morant e i Memphis Grizzlies sono una bobina di highlight ambulanti. La giovane squadra è stata elettrizzante per tutta la stagione, evocando le sfumature della vecchia scuola Showtime Lakers con il loro stile di gioco. A capo delle operazioni c’è Morant, che ha avuto la sua giusta quota di momenti salienti folli e apparentemente impossibili per tutto l’anno.

Durante il suo ritorno dall’infortunio contro i New Orleans Pelicans, la star dei Grizzlies ha regalato a un collega del 2019 uno spettacolo infernale dalla panchina. Mentre Larry Nance Jr. stava cercando un tiro con il gancio, Ja Morant ha sciato per un blocco folle che ha fatto tremare Zion Williamson dalla panchina. (tramite ClutchPoints, Ballislife.com)

La cosa pazzesca del blocco di Morant è che probabilmente non è la sua smentita più impressionante della stagione. All’inizio dell’anno, la star dei Grizzlies ha mostrato i suoi salti pazzi cancellando assolutamente questo tiro contro i Lakers con due mani. La mancanza di rispetto!

Certo, Morant brilla di più non in attacco, ma in difesa. L’ascesa alla grandezza della star dei Grizzlies è stata esaltante da guardare in questa stagione. La regia e le riprese esterne di Morant sono notevolmente migliorate quest’anno. Insieme alle sue maniglie setose e al suo atletismo, ti sarà difficile trovare un giocatore più divertente da guardare nella NBA di Ja.

I Grizzlies non sono solo «la squadra che ha Ja Morant», però. Con la loro star che ha perso una parte significativa dei giochi, il loro cast di supporto si è fatto avanti. È uno dei motivi principali per cui hanno mantenuto il seme numero due in Occidente senza avere Ja. Questo eccellente cast di supporto sarà il fattore chiave in una potenziale corsa al titolo per Memphis.

Anthony Davis raddoppia il potenziale del campionato dei Lakers se in salute

È stata una stagione imbarazzante per i Los Angeles Lakers poiché quest’anno stanno iniziando a perdere la possibilità di giocare nei playoff. Sono stati colpiti dal bug di infortunio e anche le superstar non hanno soddisfatto le aspettative. Anthony Davis valuta cosa avrebbe potuto essere per questa organizzazione.

Secondo Melissa Rohlin, Anthony Davis crede che i Lakers siano un contendente al campionato se la squadra evita gli infortuni. Forse è vero, ma Los Angeles non ha avuto un bell’aspetto per tutto l’anno. Sembra che non fosse nelle carte quest’anno per questa squadra, poiché infortuni e altri problemi hanno tenuto a bada Los Angeles.

Los Angeles è attualmente nell’undicesima testa di serie della Western Conference, il che significa che potrebbero partecipare al gioco del play-in. Tuttavia, le loro possibilità sembrano scarse con partite limitate in programma. I Lakers potrebbero perdere completamente la postseason, il che è imbarazzante per quanto sia carico il roster in questo momento.

Anche così, Anthony Davis potrebbe avere ragione. Lui, LeBron James e Russell Westbrook hanno giocato insieme solo per 21 partite in questa stagione. Questo non è abbastanza per i Lakers per ottenere il meglio dal loro roster, il che potrebbe essere un motivo per cui questa franchigia ha lottato in questa stagione.

I Lakers hanno solo quattro partite rimaste in programma. È tempo di morire o morire perché Los Angeles spera di rimanere alla portata della post-stagione. Se riescono a trovare un modo per interrompere la loro attuale scivolata perdente di sei partite, Los Angeles potrebbe darsi una possibilità di combattere nel gioco del play-in. In caso contrario, la stagione finirà, lasciando l’organizzazione con molte domande a cui rispondere.

L’allenatore dei Warriors Steve Kerr identifica un aspetto chiave dello sviluppo di Jordan Poole

I Golden State Warriors[canotte basket Golden State Warriors poco prezzo] hanno fatto in modo che più giocatori elevassero il loro gioco a un altro livello in questa stagione. Andrew Wiggins è diventato un All-Star per la prima volta e il centro Kevon Looney sta avendo una stagione di carriera. Ma nessuno su Golden State ha alzato il proprio livello di gioco più della guardia del terzo anno Jordan Poole.

Poole sta facendo una media di record in carriera in punti, rimbalzi e assist. Guida anche la NBA in percentuale di tiri liberi. I miglioramenti potrebbero sorprendere alcuni, ma Steve Kerr l’ha visto arrivare la scorsa stagione e ha spiegato uno dei motivi principali del successo di Poole.

«Fiducia. Era bravo l’anno scorso, e l’anno scorso ha davvero svoltato l’angolo ed è diventato un buon giocatore NBA quest’anno», ha detto Steve Kerr a ClutchPoints. “Ha così tanta fiducia e fiducia in se stesso. Quindi, anche se inizia lentamente, ha una grande fiducia nel fatto che andrà avanti in una partita e sa quanto è veloce per ottenere buoni tiri ogni volta che vuole e creare attacco per noi. È stato fantastico».

Entrando nella partita di domenica contro i Washington Wizards, Poole ha una media di 17,7 punti e ha segnato 20 o più nelle ultime 12 partite. Quest’anno Poole sta giocando a livello di stelle.negozio canotte basket poco prezzo

Dato che Stephen Curry è fuori, è l’opzione numero 1 della squadra e sta sfruttando appieno l’opportunità. Se non sapevi chi fosse Jordan Poole, dovresti farlo ora. Questo 22enne sarà speciale e terrorizzerà il campionato per molto tempo a venire.

Il debuttante dei Raptors, Scottie Barnes, è onesto sull’impatto di LeBron James sul suo gioco

Scottie Barnes è andato in punta di piedi con LeBron James mentre i Toronto Raptors hanno duellato con i Los Angeles Lakers. Ha segnato un record di 31 punti e ha collezionato 17 rimbalzi e sei assist, mentre James ha registrato 36 punti, nove rimbalzi e sette assist nella vittoria ai tempi supplementari dei Lakers.

Nessun debuttante aveva eguagliato la linea delle statistiche postata da Barnes da Blake Griffin nel 2011. L’attaccante ventenne dei Raptors è stato recentemente in lacrime. Essendo un grande attaccante che può fare tutto per la sua squadra, almeno alcuni confronti verranno fatti a James.

Quando gli è stato chiesto cosa significasse James per lui crescere, Barnes lo ha mantenuto reale. Il giovane dei Raptors ha ammesso di essere un grande fan di Kobe Bryant che vede LeBron come un rivale. Ha aggiunto che James è ancora un giocatore molto influente, specialmente per i giocatori con build come lui.

https://twitter.com/BleacherReport/status/1505219674371416068

James ha detto dopo la partita di essere un fan di Barnes da quando Barnes era alle medie. Nella sua stagione da rookie, sta mostrando perché ha il potenziale per essere una star. In 35,7 minuti a partita su 62 partite in questa stagione, Barnes ha una media di 15,5 punti, 7,7 rimbalzi e 3,4 assist a partita mentre tirava il 49,4% da terra per Toronto.

I lampi di dominio a tutto tondo di Barnes mostrano che può essere una parte importante del futuro dei Raptors insieme a Fred VanVleet e Pascal Siakam. Può anche contribuire ora, dato che Toronto è 39-31 e al settimo posto nella Eastern Conference.

La star dei Raptors Fred VanVleet sta giocando contro Nuggets

I Toronto Raptors affronteranno i Denver Nuggets in trasferta. Hanno vinto le ultime due partite e avranno bisogno di tutte le mani sul mazzo per rallentare Nikola Jokic. Ma mentre l’All-Star dei Nuggets sta giocando, l’All-Star dei Raptors potrebbe non esserlo. Fred VanVleet sta giocando contro i Nuggets?

Fred VanVleet sta giocando contro Nuggets
VanVleet ha goduto della migliore stagione della sua carriera, facendo la sua prima apparizione in assoluto nell’All-Star Game. Sfortunatamente, è stato recentemente rallentato a causa di un dolore al ginocchio. Secondo Josh Lewenberg di TSN Sports, quel dolore lo rende elencato come discutibile nel rapporto sull’infortunio dei Raptors.

VanVleet ha saltato cinque partite consecutive prima di giocare nelle due gare precedenti. Con OG Anunoby elencato come fuori, l’assenza di VanVleet sarà difficile da superare per Toronto. Jokic è stata una squadra di demolitori composta da un solo uomo in questa stagione. Con i Raptors che mancano due dei loro migliori difensori e marcatori, sarà molto più difficile tenere il passo con i Nuggets e rallentarli.

In questa stagione, VanVleet ha una media di 21,3 punti, 6,8 assist, 4,6 rimbalzi e 1,6 palle rubate in questa stagione. È stato fondamentale per il successo dei Raptors come motore offensivo e robusto difensore perimetrale.

VanVleet ha detto che non vuole che i suoi problemi al ginocchio siano una scusa. Anche se ora lo stanno trattenendo, dovrebbe essere in grado di tornare forte ed essere pronto in tempo per la postseason. Con un record di 36-30, i Raptors stanno cercando di uscire dal territorio del torneo di play-in. Sono settimi nella Eastern Conference in vista dell’incontro con i Nuggets.

Kyrie Irving dei Nets si unisce a Michael Jordan con un’impresa incredibile che nessun altro ha mai fatto

Martedì sera, la star guard dei Brooklyn Nets Kyrie Irving ha ricordato ai fan del basket perché è considerato da molti uno dei giocatori più talentuosi ad averli mai allacciati nella NBA. Irving ha perso 50 punti nella vittoria per 132-121 di Brooklyn sugli Charlotte Hornets. Nel processo, Irving ha realizzato qualcosa che solo Michael Jordan aveva mai avuto prima.

Irving si è unito alla Giordania come le uniche guardie nella storia della NBA a segnare 50 o più punti con il 75 percento o meglio di tiri. Irving ha chiuso con esattamente 50 punti, su 15 per 19 tiri. È potenzialmente ancora più straordinario che Irving abbia segnato così tanto in soli 19 tiri.

Ha abbattuto nove dei suoi 12 colpi dal centro. Ha anche segnato 11 dei 13 tiri liberi nella vittoria. Anche Irving è intervenuto con sei assist e tre board.

Irving ha affrontato molte critiche per una serie di cose fuori dal campo. Anni fa, fu ridicolizzato per la sua convinzione che la Terra non fosse rotonda. Irving alla fine ha ammesso che in realtà è rotondo.

È stato molto schietto sulla sua posizione sul vaccino COVID-19. Irving non è ancora in grado di giocare le partite casalinghe a Brooklyn a causa del suo rifiuto di ottenere il vaccino. Ma la sua abilità in campo non è mai stata molto in discussione. Giocatori come Andre Iguodala hanno persino elogiato abbastanza da alzare le sopracciglia.

Iguodala crede che Irving sia almeno uno dei primi 20 giocatori di tutti i tempi.

Forse il momento più bello della carriera di Kyrie è stato il colpo vincente di Gara 7 nelle finali NBA del 2016. È stato l’unico campionato NBA di Irving, ma è stato dolce. Lui, insieme a LeBron James, è diventato l’unica squadra in assoluto a superare uno svantaggio di 3-1 in serie per vincere il titolo NBA.negozio canotte basket poco prezzo

Kevin Durant tornerà per Nets vs. Heat

I Brooklyn Nets hanno lottato per vincere di recente a causa di infortuni e altre decisioni personali all’interno del roster costellato di stelle. Tuttavia, Kevin Durant dovrebbe giocare giovedì sera nella sua prima partita dal 15 gennaio.

L’insider NBA Shams Charania ha twittato la notizia mercoledì pomeriggio.

L’attaccante ha saltato le ultime 21 partite dei Nets a causa di una distorsione alla MCL. Durant ha subito l’infortunio nella partita del 15 gennaio dei Nets contro i New Orleans Pelicans. Secondo Sporting News, l’infortunio si è verificato quando il compagno di squadra Bruce Brown «è caduto di nuovo al ginocchio sinistro cercando di difendere una situazione di contropiede».

L’assenza di Durant ha notevolmente ostacolato la formazione di partenza di New York. La squadra è andata 5-16 senza KD, facendo precipitare il proprio record appena sopra .500. I Nets siedono all’8° posto nella Eastern Conference con un record di 32-31.

La formazione di partenza dei Nets è cambiata molto in questa stagione, con infortuni, mandati e scambi che hanno costretto Steve Nash a inventare nuove combinazioni. La presenza di Durant avrà sicuramente un impatto sul campo e altri compagni di squadra potrebbero unirsi a lui.

New York City è vicina alla fine del mandato del vaccino contro il COVID-19 per i luoghi al chiuso, ma sfortunatamente, poiché Kyrie Irving è tecnicamente un lavoratore, non gli è ancora permesso giocare in casa. Nel frattempo, la nuova acquisizione commerciale Ben Simmons continua a prepararsi per fare il suo debutto nei Nets, mentre si sta riprendendo da un infortunio alla schiena.